La rete Curry


Anche il "secondo reticolo" è stato scoperto da un medico. Manfred Curry lo ha descritto per la prima volta e per questo è chiamato anche "rete di Curry".


Questa rete è allineata tra i punti cardinali e può essere polarizzata nei due modi caricandosi positivamente o negativamente. L'intensità dipende dal tempo, dalla situazione meteorologica e dalle costellazioni cosmiche.

In circostanze particolari la posizione del reticolo si sposta come p.e. dopo un lancio di un missile come si è potuto approvare nell'ex URSS.

 


Dalle ore 24.00h alle ore 03.00h l'intensità delle radiazioni può intensificarsi fino a raggiungere il fattore 3. Il diametro di una maglia va dai 3 ai 4 metri mentre strisce di Curry hanno una larghezza di ca. un mezzo metro. Più sono larghe, più s'intensificano le irradiazioni.

All'interno di uno stabilimento di cemento armato spesso si può avvertire un aumento notevole delle irradiazioni.

 

Il reticolo di Curry ha una portata biologica più ampia delle rete di Hartmann. Tutti i punti d'incrocio di questo genere alla fine creano delle patologie.